La Sostenibilità

Tutta la struttura è stata restaurata secondo i principi della Bioedilizia. Sono stati usati solo materiali naturali ed ecologici. 

Gli attenti lavori di restauro hanno fatto si che la dimora conservi intatte tutte le sue peculiarità architettoniche ma, allo stesso tempo, la costruzione è diventata un edificio NZEH, ossia “Nearly Zero Energy Hotel”, a energia quasi zero. E’ una delle prime Dimore Storiche italiane il cui consumo di energia fossile è pari a zero, quindi senza emissioni di polveri e CO2, e a breve, con l’impianto fotovoltaico, sarà quasi passiva.

Il sistema di riscaldamento e raffrescamento è radiante a basse temperature alimentato da una pompa di calore. L’aria è ricambiata 24 ore su 24 dalla Ventilazione Meccanica Controllata a recupero di calore, che consente di avere il massimo comfort degli ambienti, con umidità relativa giusta e bassissima anidride carbonica. L’acqua calda sanitaria viene prodotta sempre da un sistema a pompe di calore con risparmi energetici notevolissimi. Tutti i rubinetti dei bagni sono a risparmio idrico, con consumi ridotti del 60% rispetto a quelli tradizionali. 

L’intera struttura è stata coibentata con un cappotto interno per arrivare ad avere una classe energetica A. Le finestre in legno sono dotate di vetri selettivi, che impediscono il surriscaldamento estivo, nelle pareti a Sud e a Ovest; mentre a Nord sono stati utilizzati vetri basso emissivi. Tutte le lampadine sono a Led. Ci sono i sensori con i rilevatori di presenza nei disimpegni, i badge di controllo elettronico di accesso alle camere da letto.

La coibentazione è fatta con pannelli in fibra di legno e sughero, gli intonaci e le pitture sono in calce naturale, gli arredi sono tutti in legno, pitturati con vernici ecologiche e naturali al 100%, così come gli infissi interni ed esterni. Sono stati usati moltissimi materiali di recupero o, se nuovi, della tradizione sarda. Sono stati coinvolti soprattutto artigiani locali o, comunque, sardi. Tutto è improntato al risparmio e all’ecosostenibilità.

Un’altra importante iniziativa di ospitalità diffusa proposta e gestita da Bisos è quella del “Bisos social eating”. Consiste nel mettere in connessione i turisti ospiti dell’albergo, in cerca di un’esperienza gastronomica e culturale autentica, con le famiglie di Paulilatino che li ospitano a pagamento a pranzo o cena nelle loro abitazioni private. Il turista ha la possibilità di mangiare prodotti e piatti tipici locali e soprattutto di poter vivere un’esperienza unica a stretto contatto con persone del luogo.

Certificazione n.9396/283.19 del 10 Ottobre 2019 – Sezione Turismo

Salocanda sas C.F./P.Iva 03533830927

it Italiano
X